Aprire un’attività in Australia: La guida

Deborah Dal Mas

La terra dei canguri, dei surfisti e dei tramonti da urlo – l’Australia è tutto questo, ma non solo.

É probabile che se stai leggendo questo articolo, vuoi aprire un’attività in Australia. Magari un ristorante, una pasticceria o la classica pizzeria italiana.

A prescindere dal tipo di impresa che vuoi lanciare, ci sono alcuni principi fondamentali da sapere: tasse, stipendi medi, forme d’impresa, pagamenti internazionali e così via.

In questa guida vedremo tutti i dettagli su come aprire un’attività in Australia, fra cui uno strumento utile per risparmiare all’estero: il conto Wise Business.

Scopri di più su Wise Business

Aprire un’attività in Australia: passo a passo

Per aprire un’attività in Australia dovrai rispettare alcune regole che questo stato impone a ogni imprenditore ambizioso che vuole fare impresa.

Si tratta di visti, certificato di residenza e alcune procedure burocratiche che cercheremo di semplificare – seppur ti consigliamo sempre di approfondire le tematiche trattate.

Requisiti

Il requisito numero uno per aprire un’attività in Australia è… il visto!

Esattamente. Non bastano idee o capitali.

Per aprire un’attività in Australia – o meglio per gestirla – è quantomeno necessario visitare il paese almeno una volta. The Department of Home Affairs è responsabile per i visti di lavoro australiani.

Se non sei un cittadino Australiano o un residente permanente, avrai bisogno di un visto specifico per lavorare in Australia. Prima di poter richiedere questi visti, devi essere accettato da un governo statale o territoriale.

In generale, è necessario seguire questi passaggi:¹

  1. Presentare una manifestazione di interesse attraverso il Department of Home Affairs su SkillSelect – un software online di supporto.
  2. Attendere che un governo statale, territoriale o il CEO di Austrade – sito governativo ufficiale – decida di invitarti a fare domanda per un visto. Alle volte basta aspettare, tuttavia ti consigliamo di contattare direttamente uno di questi enti.
  3. Se ricevi un invito, puoi richiedere il visto. Dovrai soddisfare determinati requisiti e fornire documenti per supportare l’application.

In particolare, a seconda del visto che scegli avrai bisogno di dimostrare certi prerequisiti.

Brevemente, ecco i principali visti utili se hai intenzione di fare impresa in Australia.

Visto di Business Innovation and Investment (Temporaneo)

Per questo tipo di visto devi dimostrare di avere competenze solide in ambito business.

Potrai ottenere 3 o 4 mensilità operative, con possibile estensione a visto permanente in base ai risultati ottenuti.

In questo caso è possibile anche subentrare per la gestione di un’attività già avviata in Australia – senza dunque aprirne una da zero.

Visto Business Talent (permanente)

Se sei stato nominato da un ente governativo statale o territoriale, invitato a richiedere il visto e hai ottenuto un finanziamento per sostenere il progetto, puoi ricevere il visto come Business Talent.

A sua volta, questo tipo di visto si divide a seconda della natura imprenditoriale del progetto:

  • Per un’attività con storico annuale di successo per un valore netto di almeno 1,5 milioni di dollari Australiani ($AUD) e un fatturato annuo minimo di 3 milioni di $AUD
  • Per una startup che ha ottenuto un finanziamento di almeno 1 milione di dollari australiani ($AUD) da un membro dell’Australian Investment Council (AIC).
🔎 Leggi anche: Visto Australia: Costo e documenti

Procedura

I fattori da considerare per la procedura ottimale nell’avvio del tuo business dipendono da numerose variabili, tra cui la forma d’impresa, il tuo piano di marketing, i soci e molto altro.

Tuttavia, si possono riassumere alcuni punti principali che sono indispensabili per la procedura burocratica e operativa necessaria per capire come aprire un’azienda in Australia.

Eccoli qui 10 semplici passi per aprire la tua attività in Australia:²

1. Sviluppa un Business Plan che includa gestione del rischio, analisi di mercato, strategia e piano di marketing.
2. Determina la forma di impresa più conveniente (vedremo i dettagli nei paragrafi successivi).
3. Registra l’indirizzo e il nome legale della tua azienda.
4. Ottieni l’Australian Business Number (ABN) – simile alla partita IVA italiana (gratuito).
5. Cerca licenze e permessi necessari al tuo business (cibo, farmaci…).
6. Gestisci le finanze aprendo un conto corrente aziendale australiano o un conto multivaluta come Wise Business (vediamo meglio in seguito perché puoi risparmiare).
7. Studia la legislazione essenziale per le attività in Australia e registrati a: good and services tax (GST), tax file number (TFN), pay as you go (PAYG) withholding.*
8. Proteggi i dati sensibili e la salute della tua azienda con assicurazioni sul lavoro, fondi di emergenza, registro delle proprietà intellettuali e sistemi contro gli attacchi informatici.
9. Comunica con il tuo commercialista come hai intenzione di gestire il lato fiscale del tuo business
10. Avvia il lato esecutivo della tua attività in Australia con l’assunzione di dipendenti, l’eventuale collaborazione con fornitori, il set up del sito web e dei social media.

*Puoi trovare informazioni dettagliate nel sito governativo Australiano dedicato alla legislazione per le nuove imprese.³

Quale forma d’impresa scegliere?

Innanzitutto, a seconda della forma giuridica che sceglierai ci saranno delle differenze sostanziali nel rischio imprenditoriale che assumi.

Per esempio, i soci di una società di persone (in Australia chiamata anche Partnership) hanno responsabilità illimitata sui debiti aziendali, con potenziali perdite del patrimonio personale.

D’altra parte, se scegli una società di capitali (chiamata semplicemente Company) il rischio di perdita è limitato al capitale versato dai soci e non si estende a beni o asset personali.

Detto ciò, ecco le principali forme d’impresa disponibili in Australia:

Solo Trader

Simile alla ditta individuale italiana, registrandoti da Solo Trader hai meno adempimenti fiscali e tasse rispetto ad un’azienda più strutturata, ma il tuo patrimonio personale è a rischio nel caso di fallimento con debiti.

Company

Come abbiamo accennato in precedenza, una “Company” in Australia è simile alla società di capitali italiana a responsabilità limitata (S.r.l).

Gli adempimenti fiscali e legali sono maggiori, come la registrazione dettagliata di ogni fattura, del bilancio aziendale, del livello di solvibilità e molto altro.

In questo caso le perdite sono limitate e vi è un accesso più rapido ad eventuali finanziamenti per un capitale operativo superiore.

Partnership

I vantaggi della partnership risiedono nella suddivisione del rischio aziendale fra 2 o più soci fondatori, oltre ad alcuni sgravi fiscali assenti nel caso di aziende già strutturate (come la tassazione solo sul profitto netto personale).

Ovviamente – per contro – i soci sono responsabili di ogni debito aziendale con il proprio patrimonio.

Infine, oltre a queste 3 tipologie di impresa, sono presenti anche:

  • Trust
  • Co-operative
  • Indigenous corporation
  • Joint Venture

Per non dilungarsi troppo, ti suggeriamo di cercare i dettagli relativi a queste forme giuridiche particolari nel sito governativo ufficiale in fondo all’articolo.⁴

Quanto costa aprire un'attività in Australia?

I costi fissi e variabili sono di diversa natura a seconda del settore in cui opera la tua impresa – dal settore dei trasporti a quello dei software possiamo notare costi operativi ben differenti.

Tuttavia, in questo paragrafo ci concentriamo sulle spese iniziali da sostenere.

Quindi, nel pratico, quanti soldi servono per aprire un'attività in Australia?

Dal 2001 vige un atto che determina le commissioni per le aziende australiane (Corporations Fees Act 2001) in base al settore di appartenenza, alla complessità della struttura aziendale, al tipo di adempimenti fiscali e addirittura al numero di pagine presenti nei contratti legali.

Per quanto la situazione sia comprensibilmente eterogenea, si stima che in media il costo per registrare un’azienda in Australia sia fra 443 $AUD e 538 $AUD.⁵

Mentre, lo stipendio medio settimanale in Australia è di 1.769,80 $AUD (circa 1200 € al tasso attuale).⁶

Tasse

La tassazione aziendale dipende ovviamente dalla forma giuridica scelta e da numerosi altri fattori – principalmente legati agli asset posseduti dall’azienda.

Income tax for business, Capital gains tax (CGT), Fringe benefits tax (FBT), Luxury car tax- external site, Payroll tax – sono solo alcune delle tasse presenti (o potenzialmente tali).⁷

Tuttavia, molti costi sono deducibili e sono presenti vari incentivi statali o regionali a supporto delle imprese, rendendo le tasse in Australia piuttosto convenienti.

Per questo motivo, il nostro suggerimento è di controllare direttamente dal sito governativo della gestione fiscale e soprattutto di chiedere ad un commercialista esperto per evitare costi aggiuntivi.

Effettui pagamenti internazionali? Wise Business può aiutarti a risparmiare

Non solo il commercialista giusto ti può far risparmiare sui costi della tua attività.

Infatti, trasferendosi in Australia e magari operando con fornitori o clienti all’estero ti troverai davanti a numerose transazioni bancarie internazionali.

Sono diverse le banche tradizionali che offrono conti correnti aziendali, ma è sempre importante valutare le esigenze della tua attività – come quella di scambiare denaro all’estero senza pagare tutte le commissioni bancarie che si aggiungono con questo servizio.

Se, per esempio, vuoi pagare dei fornitori in euro (EUR) tramite i dollari Australiani (AUD) dovrai convertire il denaro con un certo tasso di cambio.

In questi casi, gli istituti bancari operano sempre con maggiorazioni e commissioni extra, che nel tempo possono ammontare a diverse centinaia, migliaia o decine di migliaia di euro (a seconda della quantità di denaro che scambi).

Esiste una soluzione per risparmiare?

multivaluta-mobile

Le opportunità sono diverse, ma in questo caso ci concentriamo sui benefici del conto Wise Business.

Innanzitutto, ricordi il tasso di cambio svantaggioso?

Con Wise hai la possibilità di usufruire del tasso di cambio reale – senza alcuno spread o maggiorazione – oppure puoi anche scegliere il tasso che ti conviene e aspettare che la coppia di valute arrivi a quella cifra.

Altri vantaggi riguardano la possibilità di detenere più di 50 valute diverse sul conto, potendo selezionare di volta in volta come pagare clienti o fornitori.

Inoltre, hai ben 10 estremi bancari disponibili tra cui quello in AUD per ricevere denaro come un local australiano oppure con l’IBAN europeo in EUR.

Insomma, il conto Wise Business può semplificarti la vita lavorativa e soprattutto ti permette di risparmiare su ogni transazione internazionale della tua nuova attività in Australia!

🔎 Leggi di più su cos'è e come funziona Wise

FAQ aprire un'attività in Australia

Posso aprire un’attività in Australia dall’Italia?

Sì, è possibile aprire un’attività in Australia dall’Italia ma bisogna prima accertarsi di soddisfare i requisiti per accedere al visto lavorativo identificato, oltre a disporre di un business plan e del capitale operativo necessario all’avvio dell’impresa.

Dove investire in Australia?

Il settore immobiliare australiano può essere un buon investimento per chi è alla ricerca di terreni grezzi, data anche la corrente presenza di numerose miniere d’oro – trovate sin dal 1851 con la scoperta del Nuovo Galles del sud.⁸

Che attività aprire in Australia?

Le attività che possono riscontrare successo in Australia sono numerose. Per esempio, potresti aprire una pizzeria – da buon italiano – oppure una pasticceria specializzata nei dolci del Belpaese.

🔎 Leggi anche: Lavorare in Australia: Tutto quello che bisogna sapere

Risparmia sui trasferimenti
internazionali con Wise Business


Dati aggiornati al 7 settembre 2022:

¹ Business.gov.au - Requisiti e visti
² Business.gov.au - Procedura per aprire un'azienda
³ Business.gov.au - Legislatura aziendale essenziali
Business.gov.au - Forme d'impresa in Australia
Business.gov.au - Costo per la registrazione di un'attività in Australia
Statistiche governative - Stipendio medio settimanale in Australia
Business.gov.au - Tasse aziendali in Australia
Investimentoinborsa - Dove conviene investire in Australia


Consulta le nostre Condizioni d'uso e la disponibilità del prodotto nella tua regione, oppure visita la nostra pagina delle Tariffe e commissioni Wise per le informazioni più aggiornate su prezzi e commissioni.

Questa pubblicazione è fornita a scopo di informazione generale e non costituisce una consulenza legale, fiscale o di altro tipo da parte di Wise Payments Limited o delle sue controllate e affiliate, e non è intesa come un sostituto per ottenere consulenza da un consulente finanziario o da qualsiasi altro professionista.

Non rilasciamo alcuna dichiarazione o garanzia, espressa o implicita, che il contenuto della pubblicazione sia accurato, completo o aggiornato.

Denaro senza confini

Scopri di più

Suggerimenti, notizie e aggiornamenti per la tua posizione